Versione accessibile | Mappa del sito | Contatti
A A
 area di lavoro » Diocesi di Treviso » Notizie » Migranti: sacerdoti e operatori pastorali pellegrini al Santo 
Migranti: sacerdoti e operatori pastorali pellegrini al Santo   versione testuale
A Padova da tutto il Triveneto







Si svolge oggi, martedì 20 settembre, nella basilica di S. Antonio a Padova, il pellegrinaggio interdiocesano dei sacerdoti ed operatori pastorali “etnici” organizzato dalla Pastorale triveneta dei Migranti e Itineranti nell’ambito dell’Anno giubilare straordinario della Misericordia.
L’incontro coinvolgerà, quindi, tutti coloro che seguono direttamente e da vicino - in particolare sul piano pastorale e spirituale - persone, famiglie e comunità cristiane di diverse nazionalità stabilmente presenti nei territori del Nordest a vario titolo (perché immigrate in Italia per motivi di studio, lavoro o scambio culturale) ed inserite nella vita delle Chiese di queste regioni. Tra le comunità più numerose si segnalano oggi quelle di nazionalità romena, cingalese, ucraina, filippina ed altre provenienti da alcuni Paesi africani.
“Sarà un’occasione unica - scrive mons. Luigi Bressan, vescovo delegato della Conferenza Episcopale Triveneto per il settore, nell’invito - di conoscere la spiritualità del Santo, venerato in tutto il mondo, anche al di fuori del cristianesimo. Attendiamo tutti i sacerdoti e i religiosi che operano in questo campo di servizio pastorale, sia italiani che non italiani. Sarà una bella giornata di spiritualità fraterna”.
La giornata giubilare degli operatori pastorali triveneti Migrantes avrà inizio alle ore 9.30 di martedì 20 settembre presso lo Studio Teologico del Santo; dopo i saluti iniziali di mons. Luigi Bressan e fra Giorgio Laggioni ci sarà un’introduzione multimediale alla basilica e alla vita di Sant’Antonio. Seguirà un momento di preghiera con riflessione del teologo fra Alessandro Ratti, grande conoscitore degli scritti del Santo, sul tema “Sant’Antonio, testimone itinerante della Misericordia”. Nel pomeriggio, dopo il pranzo comunitario, alle ore 14.45 i pellegrini attraverso la Porta della Misericordia e seguiranno - guidati sempre da mons. Bressan e fra Laggioni - il percorso giubilare nella basilica del Santo dove, all’altar maggiore, si terrà la concelebrazione eucaristica. La giornata giubilare si concluderà intorno alle ore 16.00.