Versione accessibile | Mappa del sito | Contatti
A A
 area di lavoro » Diocesi di Treviso » Notizie » Si rinnova il nostro cammino pastorale 
Si rinnova il nostro cammino pastorale   versione testuale
Venerdì 23 a San Nicolò l'apertura del nuovo anno
Venerdì 23 settembre vivremo la Celebrazione diocesana di avvio del nuovo anno pastorale. E’ l’appuntamento, presieduto dal vescovo Gianfranco Agostino, che segna la ripresa, a livello diocesano e parrocchiale, oltre che per altre realtà ecclesiali, delle molteplici attività pastorali e formative.
Non che esse siano state del tutto sospese durante l’estate, anzi. E nemmeno che i tanti operatori pastorali presenti nelle parrocchie si siano sottratti alla disponibilità nell’offrire il loro apporto, anche nella stagione in cui molti cercano un po’ di riposo. A loro un sincero grazie. Eppure, un po’ di pausa c’è stata, speriamo per tutti. Ora si riprende, certamente però non partendo da zero; riprende la catechesi, riprendono i gruppi… e si riprende ciò che prima dell’estate si era lasciato in sospeso.
Ciò vale per le parrocchie, e pure per il cammino della nostra diocesi perché, anche a livello diocesano, il nuovo anno pastorale riprende quanto già era stato avviato o indicato nei mesi scorsi.  
Ciò riguarda anzitutto il portare a completamento il Giubileo della Misericordia. Il Papa lo concluderà solennemente nella Basilica di San Pietro, a Roma domenica 20 novembre. Non così nelle Chiese particolari, dunque anche nella nostra diocesi, per le quali la chiusura della Porta Santa avverrà domenica 13 novembre. Rimangono pertanto ancora due mesi nei quali continuare ad accogliere e vivere gli appelli del Giubileo, tempo di grazia e di misericordia per tutti.
Sempre a livello diocesano, riprende poi l’itinerario di formazione per gli animatori per far partire la proposta “Il Vangelo nelle case”. Presentata all’intera diocesi lo scorso anno, e avviati a gennaio gli incontri per preparare quanti si sono resi disponibili come animatori, prosegue nei prossimi mesi la loro formazione. Si prevede che a partire dal prossimo gennaio tali gruppi inizieranno ad incontrarsi sostando sui vangeli, primo fra tutti quello di Marco, con lo scopo di “conoscere Gesù di Nazareth”.
L’appuntamento, però, che caratterizzerà in modo tutto speciale la seconda parte dell’anno pastorale, per concludersi poi in quello successivo, sarà il “Cammino sinodale” della nostra Chiesa. Annunciato dal Vescovo in occasione dell’assemblea di fine anno pastorale del giugno scorso, già da qualche mese è al lavoro una commissione preparatoria. Scopo di questo “Cammino”, a partire in particolare da quanto emerso dalla recente Visita pastorale e dalle indicazioni dell’Esortazione Evangelii gaudium di papa Francesco, sarà quello di individuare quali debbano essere le priorità per promuovere una Chiesa di adulti nella fede e, dunque, maggiormente missionaria. Proprio per l’importanza di tali temi, che saranno affrontati da alcuni delegati convocati in assemblea in rappresentanza dei sacerdoti, delle persone consacrate e dei laici, il “Cammino Sinodale” avrà necessità di essere particolarmente sostenuto dalla preghiera dell’intera diocesi, per chiedere il dono dello Spirito Santo.
Ed è proprio allo Spirito che affidiamo questo nuovo anno, perché sia anno di grazia per la nostra Chiesa e per le singole comunità.
(mons. Mario Salviato, vicario per il Coordinamento della Pastorale)
IL PROGRAMMA
La celebrazione di avvio dell’anno pastorale sarà venerdì 23 settembre alle 20.30 nel tempio di San Nicolò, a Treviso. Interverrà alla serata il dott. Giovanni Grandi, presidente dell’Azione cattolica di Trieste e professore di Antropologia applicata presso l’Università degli Studi di Padova.
Il Vescovo indicherà quindi il cammino per quest’anno della nostra Chiesa. Per l’occasione saranno disponibili un contenitore con alcune schede per incontri dedicati ai sacerdoti e agli operatori pastorali, e l’Agenda pastorale.